PROGETTO ADOZIONE SCOLASTICA RAVVICINATA
Dronero lý, 09/09/2010

Diritto allo studio?
il diritto allo studio é sancito dalla Costituzione ma ormai tutti ne conoscono i costi. dello studio a partire dalle scuole Medie. Oltre ai Libri, di cui la nostra ONLUS se ne occupa nel progetto Armadio di Don Rossa i ragazzi in età scolastica con gravi problemi sociali ed economici si trovano di fronte a problemi come il trasporto, la mensa, lo zaino, i quaderni ed in generale tutti i costi che ruotano attorno attorno al mondo scolastico.
Certo, esistono anche problemi piú grandi quali mangiare, vestirsi, avere un tetto sotto cui stare, ma di questo la ONLUS non se ne occupa perché già obiettivo di altre forme volontaristiche che, per fortuna, sono numerose sul nostro territorio.
Sotto l'insegnamento di Don Rossa, che ha dimostrato con i fatti cosa significa aiutare i giovani nella loro crescita formativa, la nostra Associazione si pone come obiettivo di Adottare ragazzi sul nostro territorio per tutte le loro esigenze scolastiche al fine di accompagnarli nella loro crescita formativa fino ad affaciarsi, un domani, sul mondo del lavoro.


Adozione Scolastica Ravvicinata
Ma perchè "Ravvicinata"?
E' facile per noi credere che la povertà, i disagi sociali e l'emarginazione siano sempre e solo in Nazioni lontane da noi e che si possano vedere solo alla televisione.
E' incredibile quanta povertà, disagio sociale ed emarginazione ci sia sul nostro territorio: A Dronero, Caraglio, Busca, Cuneo, Verzuolo, ecc... .
E' anche facile credere che povertà, disagio ed emarginazione siano solo per immigrati, pensando che l'italiano che abita vicino a noi sia l'italiano medio che hanno più o meno i nostri problemi. Non è cosí! I problemi non hanno razza o nazionalità nemmeno nelle nostre zone.
Ecco allora che lanciamo la sfida: Siano benedette le persone che aiutano a distanza di ragazzi di Haiti, dell'Abruzzo e, in generale, del terzo mondo.
Ma quanti hanno pensato a dare un aiuto al proprio vicino di casa, al ragazzo che gira con le scarpe rotte in fondo alla strada? Quanti, al posto di comprare solo un quaderno per il proprio figlio, sono disposti a comprarne due e donarne uno al compagno che, nella stessa classe, non sa dove trovare i soldi per un simile, ridicolo acquisto?
Questo progetto nasce proprio per colmare questa forma di cecità locale sensibilizzando chi, volendo fare volontariato, non ha chiaro di quante opportunità ci siano di fare del bene vicino a noi.

Ma se lo meritano? Alcuni casi sono in realtà di genitori che....
La risposta è una sola: NON ci interessa! Uno dei principi base dell'azione volontaristica e del pensiero di Don Rossa è che chi ha bisogno deve essere aiutato e NON giudicato.
Dopo l'aiuto ci si può chiedere il perchè ed il percome di certe situazioni, ma la nostra Associazione si è posta come principio fondamentale che nessun pregiudizio sarà alla base della scelta di chi vada o meno aiutato.
Uno scolaro i cui genitori sono la principale causa del suo disagio, non ha lo stesso diritto allo studio di un altro suo coetaneo il cui disagio nasce da fatti imprevedibili?

Ma chi decide chi ha bisogno e di cosa ha bisogno?
Come già indicato in passato, l'Associazione non ha le competenze interne per decidere quali richiedenti siano effettivamente bisognosi e quali non lo sono. A tal fine è stata attivata una collaborazione con il Consorzio per i servizi socio assistenziali delle Valli Grana e Maira che sta già presentando, attraverso i propri Assistenti Sociali, i primi casi di aiuto che la ONLUS dovrÓ fornire.

Quando parte il progetto e quanti soldi verranno stanziati?
Il progetto è già partito ed i primi aiuti scolastici (cancelleria, abbonamenti pullman, mense) sono già stati erogati.
Al contrario di una società di profitto, ove il fatturato e gli utili sono importanti, la nostra Associazione NON pone budget al discorso aiuti. Solo e quando la cassa "piangerà" allora saremo, nostro malgrado, obbligati a non colmare alcune richieste, ma fino ad allora Ŕ assurdo avere soldi in tasca e persone che hanno bisogno di aiuto.
Nel frattempo sarà nostra cura sensibilizzare gli associati o chiunque voglia, ad aiutarci in questo nostro impegno.

Come faccio a contribuire o a chiedere ulteriori informazioni sul progetto?
Scrivi una mail all'indirizzo segreteria@donrossa.it o contattaci tramite questo sito, ti risponderemo al piú presto.